Vini Spumanti - Enoteca LUPI

Vini Spumanti Imperia

I vini spumanti sono quei vini caratterizzati, all'apertura della bottiglia, dalla produzione di spuma, dovuta alla presenza all'interno della stessa di anidride carbonica non aggiunta dall'esterno ma prodotta per fermentazione (ovvero gli spumanti naturali).

All'atto dell'apertura della bottiglia di VSQ (Vino Spumante di Qualità) il prodotto all'interno deve avere una sovrappressione non inferiore a 3,5 bar ad una temperatura ambiente di 20 °C, per gli spumanti "generici" (VS) deve avere 3 bar minimi, come anche per un VSQA (Vino Spumante di Qualità Aromatico). Il vino frizzante (che è cosa diversa da uno spumante) deve presentare una sovrappressione non inferiore a 1 bar e non superiore a 2,5 bar.

Anche se spesso si sente e si legge "spumante e champagne" come se fossero due categorie di vino diverse, è da chiarire che il termine generico spumante designa una tipologia complessiva di vino, definito per legge.

Tale tipologia è formata da molti prodotti diversi, di cui fa parte anche lo champagne (che, oltretutto, è uno degli spumanti a metodo classico francesi, quello per antonomasia, ma non certo l'unico dato che esistono anche i vari crémant senza contare i numerosissimi spumanti Martinotti-charmat).

La legislazione europea (reg. CE 491/2009), recepita ovviamente anche in Italia, distingue gli spumanti in:

  • Vino Spumante (VS), detto anche vino spumante "generico";
  • Vino Spumante di Qualità (VSQ);
  • Vino Spumante di Qualità Aromatico (VSQA); è un VSQ prodotto con uve di tipo aromatiche;
  • Vino spumante gassificato (VSG).

La UE, con il regolamento (ce) n. 607/2009-allegato XIV, prevede la classificazione dello spumante in base al suo residuo zuccherino:

 

DenominazioneResiduo

zuccherino (g/l)

  • Pas dosé o Dosaggio zero (ultra secco, solo "dolcezza" originaria dell'uva)

 

  • Extra brut (molto secco)

 

  • Brut (secco)

 

  • Extra dry (gusto secco arrotondato da lieve nota dolce → secco/morbido)

 

  • Dry o Sec (abboccato che significa "appena/poco dolce")

 

  • Demi sec (gusto amabile ovvero con nota dolce nettamente percebile)

 

  • Dolce o Doux (la dolcezza è predominante)
  • < 3

 

  • ≤ 6

 

  • < 12

 

  • 12-17

 

  • 17-32

 

  • 32-50

 

  • > 50

 

Da notare che, generalmente, per gli spumanti metodo classico (es. Franciacorta), le versioni più diffuse sono brut ed extra brut mentre per gli spumanti charmat (es. Prosecco) lo sono extra dry e brut.

Il pas dosé (piuttosto diffuso tra appassionati ed esperti, in quanto prodotto "estremo") è tipico del metodo classico e il dry presente quasi esclusivamente negli charmat.

Ultimamente, visto il gusto prevalente e la diffusione del rito dell'aperitivo, qualche produttore di metodo classico inserisce nella gamma anche una versione extra dry. I

l demi sec ha una buona versatilità visto che può essere servito sia con un dessert sia con le altre portate (quando abbinabili).

Gli spumanti dolci sono prerogativa dei vitigni aromatici (moscati, malvasie, brachetto, etc.): tipico esempio l'Asti spumante.

 

Cerca

Enoteca LUPI

Via Monti Vincenzo, 13 - 18100 Imperia (IM)

tel. 0183-291610

Email: marcolupi78@libero.it

news

Stampa

Usiamo cookie anche di terze parti chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.